I castelli della collina parmense (2a parte)

- Rocca Sanvitale di Sala Baganza

 

- Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Rocca Sanvitale  è posta  al centro della cittadina  di Sala Baganza e trae il suo nome dalla famiglia dei Sanvitale,  proprietari per oltre trecento anni della Rocca.

Il "castellum de Sala", come principalmente era chiamata la costruzione, nel corso degli anni viene trasformato in una elegante dimora nobiliare, dopo aver vissuto un ruolo di primaria importanza nel sistema difensivo dei castelli parmensi.

Notevolmente rimaneggiata nei secoli  dai Sanvitale, dai Farnese e da Maria Amalia d’Asburgo, moglie di Ferdinando di Borbone, che qui amava trascorrere il suo tempo. E' sua l'idea di fare di questo splendido castello una ricca ed importante riserva di caccia con un casino nella faggeta (che oggi porta il suo nome).

 La grandezza della rocca è sempre legata alla presenza di famiglie nobiliari tanto che nel 1630 diventa luogo di convalescenza alla scampata epidemia di peste e residenza estiva del Collegio dei Nobili di Parma.

La rocca  ha l’aspetto di un lungo parallelepipedo diviso in  tre piani e limitato da ciò che  resta di due torrioni, il ponte di accesso e  la cinta muraria che conteneva un tempo un giardino.

Il suo interno è ricco di affreschi e decorazioni pittoriche tra cui le celeberrime opere del Procaccino ne ‘La sala dell’Eneide’ ,di Galeotti nella  “Cappella Palatina”con la parte Settecentesca,di Baglione (la parte cinquecentesca),e di Bernardino Campi nella ‘Sala di Ercole’.

 

 San Valentino 2019

 

“FALSTAFF... LE ALLEGRE COMARI DI WINDSOR” DA WILLIAM SHAKESPEARE

 La commedia di Shakespeare rivive all’interno delle sale

domenica 17 febbraio

 

 In occasione della ricorrenza della festa di San Valentino dell'anno 2019 l’ associazione Teatro del Cerchio propone uno spettacolo teatrale ispirato alla commedia di William Shakespeare “Le allegre comari di Windsor”. Evitando l'utilizzo di un testo spesso abusato in materia di sentimento qual è Romeo e Giulietta si è scelta una delle commedie della produzione shakespeariana più recitate in teatro, dal Seicento in poi, per la sua stesura quasi totalmente in prosa, ma anche per il ritmo e gli espedienti tipicamente teatrali che la caratterizzano. L’opera venne scritta di getto, tanto che leggenda vuole che Le allegri comari di Windsor sia stata commissionata dalla Regina Elisabetta in persona, che ne richiese la stesura in 15 giorni, perché amava il personaggio di Falstaff, presente nella prima parte dell’Enrico IV 

Lo spettacolo sarà in forma itinerante con due spettacoli: ore 16,30 e 18,30.
Durata circa 1 h 30.

Il Teatro del Cerchio da alcuni anni svolge sul territorio nazionale un’ articolata attività di promozione e diffusione della cultura teatrale, con produzioni di spettacoli per ragazzi (di tutte le fasce d’età) e per un pubblico serale, con corsi di formazione e stages teatrali e infine con una programmazione stagionale presso la propria sede (giunta quest’anno alla dodicesima edizione).
Sito web: http://www.teatrodelcerchio.it/

Prenotazione obbligatoria 
Costo della manifestazione a persona: € 12
Costo per bambini (da – a anni d’età inclusi): € 8 dagli otto ai 10 anni

Numeri telefonici, mail e sito internet per informazioni:
I.A.T. di Sala Baganza
Tel. 0521.331342/43 fax 0521.336429
iatsala@comune.sala-baganza.pr.it
www.comune.sala-baganza.pr.it

 

 

-Le visite alla Rocca sono guidate e a pagamento.

Gratuito per le persone diversamente abili e loro accompagnatori,  minori di 6 anni.

 -I caNperisti sono benvenuti ,con guinzaglio o nelle apposite bag per i cani più piccoli.

 Possono entrare cani di taglia piccola, media, grande.

 Il Castello all'accoglienza è in grado di dare una ciotola d’acqua al cane, quando richiesta.

 La Biglietteria/Spazio Accoglienza è in grado di tenere il cane mentre eventualmente i padroni visitano il maniero. In dog-sitting, è in grado di tenere 2 cani alla volta, se il carattere degli animali lo permette in accordo con i padroni.

 Il servizio di dog-sitting in Castello, extra biglietto di ingresso, è gratuito.

 Non occorre la prenotazione ma si consiglia di avvisare la biglietteria (tel. 0521.331342) qualora si intendesse lasciare il cane in dog-sitting durante la visita.

 Quali altri animali possono entrare? Può entrare qualsiasi animale da compagnia, debitamente tenuto al guinzaglio, in gabbietta, o in braccio al padrone, che non rappresenti un pericolo per le persone e per la struttura e che non rechi disturbo agli altri visitatori.

 Promozioni o proposte speciali per chi viaggia con il proprio cane al seguito:  

 La Rocca Sanvitale è dotata di un grande giardino che da libero accesso ai cani (con guinzaglio). Dopo una visita al castello il meritato riposo o sfogo in un giardino.(comunicato stampa)

 -Area Camper Via Di Vittorio, adiacente al Campo sportivo in un’ ampia zona verde con alberi attrezzata con giochi per bambini e una fontana libera. L’area è situata a circa 400 metri dal centro del paese e dalla Rocca Sanvitale.

A disposizione 50 posteggi di cui 20 ubicati nel parcheggio custodito dotato di 4 punti luce disponibili  a pagamento, funzionanti a tempo con monete e una piazzola di scarico gratuita.

GPS: N 44' 42' 30,97" - E 10° 13' 51,50"

 

Per arrivare a Sala Baganza:

 
-A1 uscita Parma

-A15 uscita Fornovo.

-Da Parma SS62 in per Fornovo,  Sala Baganza

 - Da Fornovo SS 62 per Parma, Collecchio e Sala Baganza 

 

 

ll Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino, uno dei più antichi della regione, si trova in prossimità di Salsomaggiore Terme e, nel piccolo e incantevole borgo medioevale denominato Scipione Castello.

Fondata nel 1025 da Alberto Pallavicino e voluta quale fortezza militare, la costruzione è legata alla leggenda che vuole il nome del borgo originario  dalla presenza di una villa romana costruita da Gneo Scipione, zio del distruttore di Cartagine.

 Nel Medioevo il castello rivestì un grande ruolo per la difesa dei numerosi pozzi per l’estrazione del sale la cui proprietà era della famiglia Pallavicino.

Nel 1447 due  fratelli Pallavicino,  fecero erigere un nuovo torrione a forma cilindrica  e le mura “a scarpa”, oltre alle prigioni che sino ad oggi sono rimaste uguali all’epoca di costruzione.

Con la metà del ‘600 anche questa fortezza perde la sua naturale e primaria conformazione difensiva e nasce così un l’elegante loggiato un grande portale d’accesso al cortile d’onore sormontato dallo stemma di famiglia, e all’interno di questo,  saloni riccamente affrescati e soffitti a cassettoni decorati.

Nonostante il castello sia sempre rimasto di proprietà della famiglia Pallavicino, durante la Seconda Guerra Mondiale venne usato purtroppo quale luogo di internamento e dopo la data dell’8 settembre, un campo di smistamento prima della deportazione verso lager nazisti

Nel 2011 il Castello ha subito importanti lavori di restauro che hanno permesso l’apertura di una nuova ala e la rinascita di importanti ambienti ricchi di affreschi e decorazioni
Recuperata l’ala Nord Ovest del castello, la torre a pianta quadrata, una porzione di edificio dietro il ponte levatoio ed infine la costruzione seicentesca che ospitava le antiche scuderie,consentendo così di ampliare il percorso di  visita e di mettere a disposizione nuovi spazi per eventi culturali, esposizioni e attività didattiche. Non sono mancate ristrutturazioni per permettere agli ospitidi alloggiare  in suite particolari ed eleganti.

 

 

 

-Le visite sono guidate  e a pagamento.

-Possibile sosta nei pressi dell'ingresso del borgo

I caNperisti  possono entrare senza maggiorazione del biglietto di ingresso, anche grande purché a stretto guinzaglio e se non reca fastidio alla visita.

 

Nei mesi primaverili e estivi è a disposizione la fontanella di acqua potabile di fianco all’ingresso del Castello

 

Qualora i visitatori non desiderassero portare il cane in visita possono lasciarlo al guinzaglio nel cortile d’onore, dentro le mura del Castello.

Non effettua servizio di dog-sitting

Per arrivare a Scipione Castello:

-A1 verso Bologna uscita Fiorenzuola verso Parma, Salsomaggiore e  Scipione Castello.

-A1 verso Milano uscita Fidenza, Salsomaggiore, Piacenza  e Scipione Castello.

 

(A.L.)

 (agg. genn 2019)